29 Novembre 2020
News&Eventi

Paestum 12 agosto 2020

Ieri sera si è tenuto il secondo appuntamento della rassegna culturale "I fiori del male: festival dell'Essere" incentrato sul giornalismo di inchiesta. Presso la Piazzetta antistante la Basilica Paleocristina a Paestum, la vicepresidente del GAL Cilento Regeneratio nonché ideatrice della rassegna, Daniela Di Bartolomeo, ha dialogato con la giornalista de "La Verità", Sarina Biraghi, sul tema del giornalismo d'inchiesta. L'incontro, introdotto da Ivan Cavicchi, docente presso l'Università Tor Vergata di Roma che ha parlato di ontologia e attualità della materia filosofica, è proseguito spaziando tra i concetti di fake news, responsabilità del direttore di un giornale, della libertà di stampa, del giornalismo libero, della difficoltà del mestiere del giornalista. Biraghi, di professione architetto, ha scelto di percorrere la strada del giornalismo, definito come «il mestiere più bello del mondo». «Un lavoro — ha detto Sarina Biraghi — da fare se c'è la passione, la voglia e la competenza, che si acquisisce con lavoro e formazione». Si è discusso anche del passato della giornalista, scavando nelle sue passioni e nei suoi sogni di gioventù. La filosofia l'ha fatta da padrone. A chiudere l'incontro, un'indagine del direttore del Flag Cilento Mare blu, Claudio Aprea, sul tema della verità. Prossimo appuntamento venerdì 21 agosto, ore 21.00, con l'incontro "Verso la costituzione del distretto culturale Cilento antico".

Realizzazione siti web www.sitoper.it